Breve storia del pellegrinaggio a piedi da Casola Valsenio a Boccadirio

Pellegrinaggio a Boccadirio 28 agosto 2004 2Ha avuto inizio nel 1980 come prolungamento di un pellegrinaggio a piedi da Varsavia a Chestokowa compiuto l’anno prima da quattro pellegrini casolani. In questi anni, ininterrottamente e con qualsiasi condizione di tempo, da Casola Valsenio, un gruppo di pellegrini ha raggiunto il santuario di Boccadirio partendo la notte dell’ultimo sabato d’agosto alle ore 03 dal piazzale della chiesa.
Il gruppo si è accresciuto di numero, anno dopo anno, raggiungendo e superando anche il numero di 100 componenti. Al santuario si giunge nel pomeriggio della domenica alle ore 16:30 per la celebrazione dell’Eucarestia e si scioglie subito dopo la benedizione e i saluti.
Il pellegrinaggio si articola in 12 tappe o tratti a seconda delle soste tradizionali.

Tratti del primo giorno – Sabato
Primo tratto: Casola Valsenio – Monte Battaglia
Secondo tratto: Monte Battaglia – Pilastrino di Valcece
Terzo tratto: Pilastrino – Castel del Rio
Quarto tratto: Castel del Rio – Belvedere
Quinto tratto: Belvedere – Piancaldoli
Sesto tratto: Piancaldoli – Sasso di San Zanobio
Settimo tratto: Sasso di San Zanobio – Piamaggio

Tratti del secondo giorno – Domenica
Ottavo tratto: Piamaggio – Covigliaio
Nono tratto: Covigliaio – Passo della Futa
Decimo tratto: Passo della Futa – San Giacomo
Undicesimo tratto: San Giacomo – Rio del Santuario
Dodicesimo tratto: Rio del Santuario – Santuario di Boccadirio